Oltre 500.000 prodotti
Assistenza pre e post ordine
Rendi con un click
Consegna sempre inclusa
30 anni di esperienza

Illuminazione giardino. Quando l’estetica incontra la funzionalità

Gli esterni sono il biglietto da visita di una casa. Piante curate, arredi scelti con attenzione e la giusta illuminazione da giardino sono in grado di valorizzare spazi grandi e piccoli, creando atmosfere intime e romantiche oppure moderne e scenografiche.

La progettazione degli esterni ha subito una notevole evoluzione e oggi illuminazione  da esterno non significa solo sicurezza. È vero le luci sono fondamentali per evitare le zone di ombra fitta che possono risultare pericolose. Cancelli e viali di acceso vanno illuminati bene per scongiurare cadute o piccoli incidenti, come danni alla carrozzeria delle auto dovuti a scarsa visibilità. La sicurezza, però, deve andare di pari passo con l’estetica.

In commercio sono disponibili tante soluzioni per l’illuminazione del giardino che ti permettono di progettare uno spazio esterno più vivibile e bello. E trascorrere le serate in un giardino piacevole esteticamente aiuta a rilassarsi e a godersi il tempo libero.

Su Jinnone trovi un’intera sezione con tante luci per esterno, dalle applique da muro per le facciate ai lampadari per gazebo e pergolati, dai paletti segnapasso a LED alle lampade solari con sensori di movimento e molto altro ancora. Diverse anche le soluzioni smart con controllo tramite applicazione o comando vocale.

 

Come progettare lilluminazione del giardino

La progettazione delle luci di un giardino inizia quando si stabiliscono le aree da illuminare. Vuoi esaltare la facciata della tua casa? Ti piacerebbe illuminare gli alberi presenti in giardino? Hai delle belle aiuole fiorite e vuoi creare dei punti luce per metterne in evidenza i colori? Rispondere a queste domande ti aiuta a elaborare il tuo progetto. Nell’elenco delle aree da rischiarare vanno inseriti a prescindere: il cancello principale, il portone di casa, la rampa di accesso al garage e i viali.

I corpi illuminanti più funzionali per i camminamenti, per esempio, sono i faretti a incasso che illuminano alla perfezione e diffondono una luce morbida molto piacevole alla vista. Visto che si tratta di una installazione a incasso, va prevista prima di realizzare la pavimentazione. In caso contrario, puoi optare per i paletti luminosi con sensore di movimento.

 

Come illuminare piante e fori

Gli alberi a fusto alto richiedono una bella illuminazione dal basso verso l’alto. L’effetto è molto scenografico e conferisce un tocco di eleganza al tuo giardino. Basta un faretto con picchetto da piantare nel terreno. Si tratta di soluzioni dal design minimalista che si mimetizzano bene nella vegetazione. Una delle regole principali di una buona illuminazione da giardino, infatti, è la massima mimetizzazione possibile dei corpi luminosi.

I fari con picchetto poi sono il massimo della funzionalità, perché semplicissimi da installare. Puoi anche fare delle prove e spostare il faretto da un punto all’altro, fino a trovare la collocazione ideale.

Attenzione, però, non tutti gli alberi si prestano a questo tipo di illuminazione. I più adatti sono quelli con le chiome costituite da foglie piccole e strette, come gli ulivi e le palme, perché ti permettono di aggirare il problema dell’inquinamento luminoso. La luce, infatti, viene filtrata da rami e foglie e si crea un chiaroscuro di grande effetto scenico.

Prima di procedere all’acquisto, però, bisogna valutare con attenzione la luminosità in base all’altezza del fusto dell’albero:

 

  • albero di 4 metri - LED da giardino dai 1500 ai 2500 lumen
  • albero di 6 metri - LED da giardino dai 3000 ai 3500 lumen
  • albero di 10 metri - LED da giardino dai 4500 ai 6000 lumen

 

Le soluzioni luminose cambiano completamente nel caso delle aiuole, che non vogliono una luce dal basso verso l’alto, ma dall’alto verso il basso.

Per le aiuole è importante anche il tipo di illuminazione perché la luce calda tende ad accentuare i colori dei fiori, mentre la luce fredda mette in rilievo le forme. Se l’aiuola è costituita da piante grasse dalle forme originali, la scelta potrebbe ricadere su LED da giardino con luce fredda.

Le lampade con pannello solare sono la soluzione migliore per ottenere un risultato che sia bello, pratico, economico ed ecosostenibile. Su Jinnone, per esempio, è in vendita una lampada costituita da un corpo in alluminio e da un piccolo pannello che la fa assomigliare a una calla. Si tratta di una soluzione davvero perfetta per un’aiuola.

 

Come posizionare le luci nel giardino: siepi e prati

Di solito i giardini sono delimitati da siepi, muretti o recinzioni installate per proteggere la privacy. Questi elementi di confine-delimitazione vanno evidenziati con una bella illuminazione per giardino esterno.

In caso di siepi, per esempio, sono bandite le luci tra le foglie con fascio luminoso proiettato verso il giardino perché creano un abbaglio fastidioso, soprattutto nelle vicinanze di salotti e tavoli.

In realtà, le siepi possono diventare un elemento molto gradevole con l’installazione di fari e faretti che le illuminano frontalmente. Meglio ancora paletti e lampade da giardino all’interno della siepe stessa con la luce proiettata verso il basso. In questo modo il confine segnato dalla siepe è ben visibile, si evitano pericolose aree di ombra e si producono delle zone luminose molto suggestive nascoste tra le foglie.

Il giardino ha un muretto perimetrale? Per renderlo più visibile e valorizzarlo sono perfetti i LED a strip da installare lungo tutto il muretto oppure le strip costituite da diversi punti luce collegati a un alimentatore. Si tratta di lampade segnapasso gestibili tramite applicazione da scaricare su smartphone e tablet.

Il binomio estetica e funzionalità, però, trova la massima espressione proprio con le strip a LED. Su Jinnone, per esempio, sono in vendita con la luce regolabile tramite applicazione e/o tramite i principali assistenti vocali in commercio (Google Assistant, Amazon Alexa). Si passa cioè in pochi secondi dalla luce bianca calda da 2700 K alla luce bianca fredda da 6500 K.

Le strisce poi sono lunghe diversi metri e ti permettono di creare esattamente la cornice che desideri. È possibile anche combinare insieme più strisce per dare vita esattamente all’intensità luminosa che hai in mente. Se vuoi illuminare il giardino spendendo poco, questa soluzione è adottabile per diverse aree e non solo per i muretti perimetrali. Puoi usare, per esempio, le strip LED come bordure luminose per le aiuole.

 

Illuminazione per giardino con piscina

Spesso, i progetti di illuminazione per giardino con piscina riguardano solo il bordo e le luci in acqua. È bene, invece, pensare a un’illuminazione più articolata in modo da rendere sicura e gradevole tutta la zona piscina anche di sera.

Al momento della definizione del progetto di illuminazione, si possono prevedere:

 

  • illuminazione del bordo adiacente all’acqua
  • illuminazione del bordo nel fondo vasca
  • retro illuminazione del canale di sfioro
  • illuminazione delle cascate d’acqua (se presenti)
  • illuminazione perimetrale dell’area intorno alla piscina

 

Le luci a LED sono le più indicate. Vista la collocazione in acqua, i fari devono essere dotati di protezione IP68, sigla che indica il massimo grado di impermeabilità delle lampade e ne garantisce la totale sicurezza. 

Grazie alle luci giuste, l’acqua di una piscina può assumere persino le tonalità marine. Basta installare un faro a LED dalla luce blu, come quelli che trovi su Jinnone. Se ti piace l’effetto ottico dei coni di luce sull’acqua, invece, posiziona i fari lungo il bordo a distanza regolare gli uni dagli altri. In questo modo crei coni di luce che si alternano a coni di ombra con un effetto ottico molto elegante.

Nel caso delle piscine è importante anche l’altezza di montaggio delle luci. I fari andrebbero collocati a una ventina di centimetri dal pelo dell’acqua o a metà vasca, meglio sul lato più lungo che su quello più corto della piscina in modo da evitare abbagli ai nuotatori.